Il trucco di mattina 

La sposa di mattina sarà semplice e naturale, come vuole il look alla moda.  Di giorno si addice un trucco leggero, che è possibile anche stendere autonomamente. Si inizia con l’idratare la pelle con una crema gel, non grassa e che consente una buona tenuta da make up ed eviti l’effetto lucido. Si illumina poi la zona ‘T’, con un fondotinta mezzo tono più chiaro dell’incarnato, sfumandolo in modo omogeneo, che da luce e risalta lo sguardo. Poi si aggiunge l’abituale fondotinta in crema sul resto del viso. Si mette poi un pò di correttore nell’incavo dell’occhio e sotto la bordatura esterna, picchiettando con una spugnetta. Si delinea quindi sull’occhio una linea di matita nera e si sfuma con un pennello piatto a lingua di gatto. Si copre la sfumatura dell matita con un colore perlato e intenso, come prugna o bronzo. Si mette un ombretto chiaro sotto l’arcata sopraccigliare e all’interno dell’occhio. Si sfuma l’ombretto scuro anche sulla rima inferiore dell’occhio, picchiettando con un pennello. Infine si sfuma un ombretto dal colore più tenue, ma della stessa gamma cromatica rispetto a quello scuro prima utilizzato. Ad esempio abbinato al prugna è bene sfumare un colore rosato; invece abbinato al bronzo sta bene un color salmone o rame. Per completare, si fissa la base con una cipria compatta o in polvere.

Il trucco di giorno o di sera

Non a tutte le ore del giorno il trucco sarà uguale. Più soft e delicato di giorno, più carico di sera, tuttavia sarà sempre delicato ed intenso quando si tratta della sposa. La base trucco, distesa uniformemente e tale da nascondere le imperfezioni, è fondamentale. Il fondotinta può essere in questi casi anche di una tonalità più scura rispetto al colore naturale, magari per conferire un effetto abbronzato, il quale si ottiene anche meglio scegliendo una terra, che dona al viso un aspetto curato e sensuale. Il fard può essere più o meno intenso per colore, anche secondo l’abito e il gusto. Le più giovani possono optare per ombretti luminosi ed ambrati, su due toni complementari e sfumature evidenti e allungate. Le meno giovani possono scegliere comunque colori trend e osare anche tonalità più inconsuete, se si addicono al proprio look. Il grigio in tutte le sue sfumature, il nero, il blu scuro o chiaro, il verde, dai toni smeraldo a quelli scuri, il bordeaux si addicono a donne sicure ed originali, magari con un pizzico di eccentricità. La matita nera, applicata sia nell’occhio che sulla palpebra con linea decisa, va sfumata e eventualmente si può optare per un eye liner, che va applicato congrande precisione. Il mascara nero va messo con cura e si possono aggiungere ciglia finte, che completano il trucco relativo agli occhi, la parte più importante del viso. Anche le labbra vanno valorizzate. Dopo la matita contorno, va applicato un rossetto in tono con il look, anche dalle tinte cariche, come un violetto o un rosa intenso per le brune, un rosso carico e luminoso o un marroncino chiaro e sensuale per le chiare. Una spolverata di luce sulla pelle del viso e del collo può completare l’opera. E magari una sensuale extension per i capelli. Lo smalto può essere in colori intensi, ma anche unghia finte con disegni e elementi originali, possono essere appropriati a certe occasioni. La sposa dovrà poi adeguare il trucco al proprio stile, moderno o retrò, naturale o sofisticato, badando a che la luce del giorno o le ombre della sera diano le giuste sfumature ed esaltino la sua bellezza.

Il trucco della Sposa castana 

Alla sposa castana si addice un trucco giocato su colori naturali e caldi, come detta la tendenza attuale. Particolare è il binomio arancio e terracotta; ma anche rosa e viola sono due colori da mettere in relazione. Si parte applicando una base di fondotinta fluido e alquanto chiaro e per gli occhi una base luminosa sino alle sopracciglia. Si aggiunge una tonalità fredda sulle palpebre, come un rosa pallido e si sfuma. Per un effetto più light si aggiunge un illuminante per la bocca, sempre nei tono viola-rosa. Per un make up che pone in contrasto la nuance calda color terracotta e quella fredda arancio chiaro, partiamo dagli occhi, stendendo un ombretto terracotta al centro palpebra e una tonalità fredda gli angoli esterni.Si sfuma uniformando e dando un tocco di luce con un tono bianco lucido.Per le guance si scelgono toni freddi, utilizzando due tipi di blush, uno per intensificare l’incarnato, l’altro per accenderlo di luce. Le labbra infine si vestono di natural lip liner e di un gloss che dona volume ed ammorbidisce la texture.

Il trucco della Sposa bruna

La sposa bruna con occhi e pelle scura va truccata con colori intensi ma sobri, per esaltarne la bellezza e la sensualità nel giorno più bello. Il fondotinta sia alquanto scuro, la cipria si abbini alla tonalità scura e il fard può essere nei toni pastello, se la pelle è alquanto chiara, o fucsia, quando la donna è bruna di pelle e capelli. L’ombretto va dal grigio argento al nero, da sfumare adeguatamente e il rimmel può essere marcato. Dopo aver delineato le labbra con una matita, il colore del rossetto va dal rosa, al fucsia, al violetto, talora al rosso, quando l’occasione lo consente e il colore è in tono all’abito e si adegua alle ore serali. Un look retrò è molto attuale e consente l’uso del rosso sulle labbra ed un eye liner intenso, appropriato a spose che amano una cerimonia classica e dal sapore romantico.

Il trucco della Sposa in autunno

 

Il make up autunno prevede uno sfondo arancione intenso, luci forti, colori saturi e luminosi. Il viso deve essere molto chiaro, trasformandosi come in una tela da dipingere, diafana e tonica, su cui stemperare i colori proposti dalle nuove ispirazioni cromatiche a contrasto. La bocca torna ad essere indiscussa protagonista, mentre gli occhi restano lo strumento privilegiato di seduzione e si vestono di make up intensi e drammatici, di grande equilibrio formale. Per procedere all’applicazione del trucco su base arancio, si parte applicando sul volto un primer illuminante; quindi si stende il fondotinta in un colore leggermente più chiaro del proprio colore naturale e non si applica alcuna cipria opacizzante. Sugli occhi va applicata una matita nero acciaio che si sfuma con un movimento circolare tutto intorno. All’interno un velo di matita per ingrandire l’occhio. Sulle guance un tocco di fard aranciato, mentre sulle labbra si applica un rossetto luminoso effetto gloss in arancio, che risalta ed evidenzia la bocca.

Il trucco della Sposa secondo stagione

Colori carichi ed intensi per la stagione primaverile, in tono con le tinte luminose e fiorenti della stagione più della rinascita della natura; colori delicati e sobri, ma ricchi di sensualità e malinconia in autunno, la stagione in cui la natura si addormenta delicatamente ed i profumi sono intensi e sensuali; colori carichi e gioiosi in estate, quando la luce esalta ogni cosa, i colori sono accesi e si diffonde il profumo del mare; dolci e tenui i colori dell’inverno, quando argento e grigio prevalgono, ma le labbra acquistano importanza nelle tinte accese del rosso intenso. Ad ogni stagione un proprio make up, da scegliere anche sulla base di altri fattori, come la location dell’evento e il momento in cui si svolge la cerimonia. Anche lo stile della sposa, la sua età, il look, il tipo di festa sono molto importanti e per ogni cosa vanno usati i dovuti accorgimenti, in modo che la sposa sia esaltata al pieno nella sua bellezza e nel suo splendore.

Il trucco della Sposa: preparazione al trucco

Al viso va destinata una cura particolare, in quanto si tratta della parte maggiormente esposta a tutti i fattori ambientali e dunque è soggetta a più rapido invecchiamento. Si consiglia acqua tiepida per il relax, acqua fredda al mattino per il risveglio. E’ opportuno pulire il viso ogni sera con un delicato latte detergente, con movimenti dall’alto al basso e dall’interno verso l’esterno. L’uso del tonico perfeziona l’operazione e dona freschezza. Le creme da giorno, che siano anche di base al trucco, siano applicate con gli stessi movimenti ed è preferibile evitare le creme grasse nella stagione calda, mentre in quella invernale esse possono proteggere dalle intemperie. Le creme notturne, più delicate per pelli giovani, più cariche per quelle mature, operano un effetto idratante e ricostituente durante il sonno, per cui si consiglia un’applicazione costante per queste ore in cui per natura la pelle riposa e si rigenera. Creme per il contorno occhi sono in genere delicate e meglio se gel, e vanno usate prima del sonno. Per le pelli più delicate si trovano prodotti anallergici e specifici che salvaguardano dalle irritazioni e riparano danni di lieve entità. Prima del matrimonio, almeno due mesi prima, bisogna effettuare queste operazioni, utilizzando preferibilmente prodotti naturali e a base di erbe, badando ad idratare, ammorbidire e rassodare la pelle anche mediante maschere appropriate. Anche ai capelli vanno riservate cure adeguate e particolari accortezze riguardano la pelle delle mani e quella del collo.

I capelli della sposa 

La cura dei capelli ne garantisce forza, luminosità, bellezza e parte da una corretta igiene, dal momento che è opportuno lavarli molto frequentemente, con prodotti appropriati e mai aggressivi. Oltre ad una costante pulizia, magari con uno shampoo adatto a specifici problemi, tipo antiforfora, o per capelli sfibrati, o grassi, o tinti, ecc., cui segua l’applicazione di un balsamo addolcente, districante, profumato, è consigliata l’applicazione di maschere, che, se di tipo professionale e davvero efficaci, donano spessore e resistenza. L’uso di fiale rinfoltenti o anticaduta non sempre garantisce risultati validi e sicuri, specie in alcuni soggetti per i quali la caduta, di origine genetica o patologica non è evitabile e soprattutto in alcuni periodi dell’anno. Si sconsiglia la frequente applicazione di tinture, che indeboliscono e sfibrano il pelo, a meno che non si tratti di prodotti a base naturale, non chimica. I capelli corti sono più facili da curare, mentre quelli lunghi, ancor più se ricci, vanno trattati assiduamente e districati dolcemente, per evitare cadute e indebolimento.

Preparare la pelle 

Avere una pelle sana e bella è importante per la sposa, ma bisogna curarla preventivamente e soprattutto durante la stagione invernale e nelle stagioni umide. In primo luogo va tenuto presente che il freddo irrita la pelle e il vento la secca, ma neanche il caldo danneggia, in quanto la sudorazione determina arrossamento e prurito. Quando ci si lava, occorre evitare spugne o saponi aggressivi, ed anche l’acqua troppo calda o troppo fredda fa male, mentre bisogna lavarsi con acqua tiepida, asciugarsi con asciugamano in fibra naturale e passare poi una crema idratante. Inoltre è bene evitare ambienti polverosi e, per chi soffre di dermatite, anche gli animali con pelo non vanno tenuti in casa. Infine latte, uova, pesce e soia favoriscono la dermatite, mentre tanta acqua, frutta e verdura sono salutari.

Proteggere la pelle dal sole

 

Una sposa leggermente abbronzata è bella e la pelle baciata dal sole sembra più sensuale e piacevole, ma bisogna usare molti accorgimenti per una corretta esposizione e per evitare di arrivare al giorno del sì con una pelle troppo scura o danneggiata dai raggi solari. Infatti, il sole è senz’altro fondamentale all’uomo, ma , è opportuno evitare i rischi che derivano da prolungate esposizioni, specialmente in certe ore del giorno ed in certi periodi dell’anno. Senza dubbio rinvigorisce, guarisce da tanti mali, riscalda, ma ciascuna pelle può sottoporsi ai raggi solari per un certo tempo e in un certo modo. Le persone con pelle molto chiara devono applicare creme protettive ad alto spettro, ed esporsi molto gradualmente e per un tempo limitato. Per le pelli medie l’esposizione, comunque graduale, può avvenire in tempi più prolungati, ma va rispettata la gradualità e vanno applicate creme protettive che siano a spettro prima elevato poi più basso. Solo le pelli scure sono sottoposte a minori rischi, ma è consigliabile comunque evitare le ore calde, o comunque non esporsi senza protezione.