Moda Sposa dell’800





In una nostra recente gita ad Aquilonia (ex Carbonara) in provincia di Avellino abbiamo visitato il museo di arte contadina, migliaia di oggetti raccolti e donati dal popolo sono stati esposti in decine di sale-ambienti a tema, un tuffo nel passato che non potrà non emozionarvi, vecchi mestieri, attrezzi, giochi e tanto, tanto altro.

 

 

Moda seconde nozze

 

L’abito da indossare per il secondo matrimonio deve tenere conto dell’età della sposa e della situazione familiare. In genere si tratta di un matrimonio solo civile, per cui non si prevede il velo o lo strascico della prima volta. Tuttavia possono essere presenti le damigelle e l’atmosfera festosa del primo matrimonio.Si consiglia per le under 40 un abito dai colori champagne o avorio, anche rosè o ocra, magari con rifiniture in altre tinte, come il rosa o il rosso, che sono di moda negli ultimi anni. La linea, anche lunga e con rifiniture, non deve essere sfarzosa o esuberante, e sono ammessi accessori non previsti la prima volta, come la borsetta. Per le donne over 40 va bene anche un tailleur, completo o spezzato, con bustino avvitato per le snelle e gonna lunga al polpaccio sempre in colore ecrù o beige, ma anche in tonalità salmone o giallo ocra. I gioielli sono ammessi, anche impegnativi ed in tono allo stile dell’abito. Il trucco è sobrio e la pettinatura è preferibilmente raccolta. Stanno bene tacchi alti e mai stivali o sandali bassi e troppo aperti, mentre un cappellino può essere molto adeguato e originale.La cerimonia si svolgerà in ristorante e tra amici e parenti stretti, e si ammette anche una villa d’epoca o una terrazza sul mare, dove consumare magari un semplice buffet, senza portate o formalismi. Il bouquet va benissimo, in tono all’abito e con fiori e colori secondo il genere di cerimonia scelta. Comunque il tutto va svolto all’insegna della sobrietà e del buon gusto.

Abito dei Genitori IN MUNICIPIO

Grande libertà per la sposa che comunque dovrebbe scegliere un abito semplice, gonna o pantalone, che può mettere in evidenza forme e femminilità della sposa. Le mamme possono cimentarsi con tailleur da indossare su gonna o pantalone, volendo anche con gonna corta. I colori possono essere anche accesi, tipo il rosso, l’arancio o il verde. Curate i particolari dell’eleganza e non puntate solo sul modello ad effetto; scegliete tessuti in piquet e cady evitando il lino e il cotone.

Abito dei Genitori – IN CHIESA DI SERA

Libertà per l’abito lungo per le mamme, meglio scollato da sfoggiare con scialli, coprispalle o stole a seconda della stagione, sconsigliati gli abiti trasparenti e neri, vi consigliamo un colore tra i seguenti: argento, oro in tutte le tonalità e il blue di china, che risulta accesso ma non appariscente, ottimo per le mamme more e bionde. Per il tessuto optate per lo shantung, le georgette e satin. Per i papà “serali” l’abito è scuro, blu o nero, evitate camicie a righe e celestine.

Abito dei Genitori – IN CHIESA DI MATTINA

Tutti coscienti che le regole rigide non valgono più …. però. Gli abiti dei parenti, soprattutto dei genitori sono vincolati da quelli degli sposi e dal tipo di cerimonia che si sceglie, è importante non perdere di vista l’obiettivo primario: la sposa deve essere sempre il fulcro della cerimonio, guai a distogliere quest’attenzione con “idee particolari”. Bisogna evitare, le mamme in particolare, il colore dell’abito della sposa, dunque “le signore” devono optare per un abito di colore diverso dal bianco, dal panna od ostrica. Questa regola a volte può essere disattesa coscientemente e di proposito da suocere con scarsa “simpatia” per la novella nuora. Per la cerimonia in chiesa di mattina, le mamme devono rinunciare al lungo e scegliere un abito con giacca, es tailleur con gonna. Proibito il nero e i colori della sposa, vi suggeriamo delle fantasie a fiori o stampe particolari su abiti di colore pastello, blue china, il rosso bordeaux in tessuto “cady di seta”, “lo shantung” e infine “le georgette” per gonne larghe e svolazzanti. Per i papà degli sposi stessa prassi, lo sposo in tight richiederebbe questo modello anche per loro e per i testimoni, altrimenti, si può optare per un abito scuro classico con camicia necessariamente bianca, cravatta e gilet.

SPOSA SEMPRE ALLA MODA

In primo piano

La moda del prossimo anno vuole una sposa raffinata e particolare, in grado di raccontarsi attraverso il proprio abito e soprattutto attraverso gli accessori ad esso associato. La sposa in inverno tenga presente che occorre scegliere un abito che coniughi la tendenza del momento alla praticità, nel senso che l’abito sia tale che la sposa non soffra il freddo. Il tessuto sarà adeguato alla stagione e in caso di un abito scollato, la moda suggerisce un bolerino o un coprispalle, anche in pelliccia. L’abito primavera estate è lungo e scollato, non necessariamente tutto in bianco, ma di gran moda sono il rosso, il nero, il giallo dorato da associare al bianco di base. Dal rosa pastello al celeste chiaro, anche le tinte delicate sono molto adatte al matrimonio primaverile; mentre per l’autunno si abbineranno tinte sul giallo o pesca. Merletti ed ampie scollature, sandali e scarpe con zeppa, total wight o colori associati. tutto è lecito se fatto con gusto e personalità. Lo sposo predilga un abito scuro, da associare ad accessori adeguari, evitando errori tradizionali, tipo ‘calzino bianco’. Infine il contesto cerimoniale richiami e completi lo stile adottato dagli sposi.
Un abito per una sposa alla moda, elegante, moderna ed accurata, che vuole sentirsi a proprio agio in un giorno speciale, muoversi con disinvoltura, stare bene e essere consapevole di piacere. Di solito gli atelier e le sartorie in genere hanno collezioni di abiti di “stagione” già disegnati e pronti, sono solo da adattare alle forme della promessa sposa. Ci sono negozi specializzati che in base alle indicazioni e desideri della cliante, creano disegni e schizzi all’impronta; l’abito sarà poi realizzato su quelle indicazioni. Consigliamo di scegliere un modello già esistente da usare solo con piccoli ritocchi.

L’abito deve essere raffinato ed elegante, non è solo un vestito ma un insieme di emozioni, sentimenti e fantasie, va scelto con molta cura considerando che sarà il ricordo di tutta una vita. Nel giorno che forse sarà il più bello vissuto fino a quel momento della propria vita, l’animo dei protagonisti ha bisogno di sentirsi in armonia con il corpo che lo contiene, di esprimersi con spontaneità e sicurezza attraverso un vestito creato e costruito per se stessi.