Le scarpe





Le scarpe sono accessori molto importanti per la sposa, sia quando indossa un abito lungo, che, a maggior ragione, quando sceglie un vestito al polpaccio o alla caviglia, come detta la moda. Le scarpe della sposa devono essere belle e allo stesso tempo comode. Si sconsigliano, infatti, tacchi troppo alti, che rendono pesante affrontare l’intera cerimonia restando magari in piedi o percorrendo i tavoli dove sono seduti gli ospiti. Si preferisce una scarpa dal tacco 8 cm, magari non troppo sottile e si consiglia di evitare scarpe dalla punta troppo sottile, che tra l’altro sono fuori moda. La punta deve essere tonda o squadrata, in modo che le dita dei piedi siano comodamente distese. Anche il cinturino è consigliabile, dal momento che non è gradevole vedere una scrpa volare via dal piede durante la celebrazione o nel locale. Se la cerimonia avviene in estate e la sposa sceglie un abito scollato e sensuale ed un locale presso la spiaggia, anche dei sandali aperto e particolari possono andar bene.

Scarpe della Sposa

Le opportunità di scelta delle scarpe sposa sono davvero tante. Infatti di gran moda è la calzatura chiusa con sottili striature e rifiniture in argento che riprendono i colori del vestito. Cristalli swarovski impreziosiscono la scarpa e la rendono elegante, adatta soprattutto a cerimonie serali.Di gran moda, indicate soprattutto per spose alte e snelle, le scarpe ballerina in morbida pelle, magari a forma di farfalla, come proposte da Aruna Seth, e con brillantini o swarovki che adornano e abbelliscono la calzatura. I sandali sono sempre di gran moda e si addicono ad ogni stagione, meno quella invernale, naturalmente. Si portano sandali in duchesse di seta con plateau e non troppo aperti, dal tacco medio o alto. I sandali sono sempre di gran moda e si addicono ad ogni stagione, meno quella invernale, naturalmente. Si portano sandali in duchesse di seta con plateau e non troppo aperti, dal tacco medio o alto; si portano anche sandali preziosissimi, come il tipo in satin glitterato con maxiplateau e cristalli con tacco da 10 o 12 cm; inoltre Grey Mer propone un sandalo con tacco altissimo, aperte, a doppio plateau per un lusso sofisticato, reso anche dall’apertura retrostante e dalle applicazioni. Infine c’è l’open toe in raso bianco su tacco elevato e plateau con suola glitterata, proposta da Loriblu.

Le scarpe della Sposa

Le opportunità di scelta delle scarpe sposa sono davvero tante. Infatti di gran moda è la calzatura chiusa con sottili striature e rifiniture in argento che riprendono i colori del vestito. Cristalli swarovski impreziosiscono la scarpa e la rendono elegante, adatta soprattutto a cerimonie serali.Di gran moda, indicate soprattutto per spose alte e snelle, le scarpe ballerina in morbida pelle, magari a forma di farfalla, come proposte da Aruna Seth, e con brillantini o swarovki che adornano e abbelliscono la calzatura. I sandali sono sempre di gran moda e si addicono ad ogni stagione, meno quella invernale, naturalmente. Si portano sandali in duchesse di seta con plateau e non troppo aperti, dal tacco medio o alto. I sandali sono sempre di gran moda e si addicono ad ogni stagione, meno quella invernale, naturalmente. Si portano sandali in duchesse di seta con plateau e non troppo aperti, dal tacco medio o alto; si portano anche sandali preziosissimi, come il tipo in satin glitterato con maxiplateau e cristalli con tacco da 10 o 12 cm; inoltre Grey Mer propone un sandalo con tacco altissimo, aperte, a doppio plateau per un lusso sofisticato, reso anche dall’apertura retrostante e dalle applicazioni. Infine c’è l’open toe in raso bianco su tacco elevato e plateau con suola glitterata, proposta da Loriblu.

Consigli per le scarpe della sposa

Si tratta di un accessorio importante, in grado di valorizzare la figura, di esaltere il vestito, di garantire armonia al tutto, ma se non è intonato alla persona e all’abito, può recare danno all’intero look. Inoltre è opportuno che le scarpe non siano scomode, dal momento che vanno calzate per molte ore. La scarpa sarà perfettamente intonata al colore dell’abito, per cui sarà bianca, avorio o altro, secondo necessità. Il modello va scelto secondo la stagione, secondo lo stile del vestito, secondo il piede e la caviglia della donna. La punta molto sottile, per altro non più di moda, va evitata, in quanto comprime l’estremità del piede, recando dolore e fastidio. Per una scarpa chiusa, si preferisce una punta larga, o comunque di moderata larghezza, la fibbietta rende più stabile la calzatura, e si evita che possa ‘volare’ inaspettatamente, recando imbarazzo alla sposa. Il tacco può essere più o meno alto, secondo l’altezza della ragazza, ma sarà meglio evitare il tacco a spillo, molto scomodo a lungo andare, e il tacco troppo basso, che, anche nelle figure alte, non slancia, e nemmeno esalta il look. Meglio un tacco da 6-8 centimetri, che sia alquanto doppio, in modo da essere bello e comodo allo stesso tempo. La scarpa aperta, tipo sandalo, si addice solo nella stagione estiva ed in particolari cerimonie, altrimenti risulta eccessiva. Ad esempio, per un matrimonio in spiaggia o in un giadino inglese, per un matrimonio in terrazza davanti al mare o altro del genere è molto indicata. Applicazioni e stravaganze sono sconsigliate, in quanto non è la scarpa a dover attirare gli sguardi più di ogni altra cosa, per cui si preferisce una calzatura bella, ma discreta. In pochi casi si addicono aggressive zeppe, o stivaletti bianchi, da non scegliere nemmeno nella stagione invernale.

Scarpe Sposa

Le scarpe della sposa trendy sono raffinate, ma sanno coniugare bellezza e praticità. Consigliati i sandali per un abito estivo e scollato, da portare con un tacco alto e non troppo sottile. Mentre per le altre stagioni si suggerisce una calzatura con fibbietta alla caviglia, che non solo è più comoda, ma consente anche di non correre il rischio di perdere la scarpa in un brusco movimento. In più la fibbia sfila la gamba, mentre il modello scollato si addice alla donna con gamba sottile slanciata. In inverno scarpe più accollate e in genere il colore sia in tono con il vestito.

Le scarpe vanno provate preventivamente ed anche per un tempo non breve, in quanto rinunciare alla comodità vuol dire trascorrere una giornata pesante e faticosa.
I materiali più utilizzati, oltre alla classica e morbida pelle, raso e moiree, fresia e seta, il colore preferito in assoluto è il bianco (altri colori sono:panna, avorio e champagne);non è di moda per il prossimo anno la punta sottile, ma si preferisce una forma arrotondata ed un tacco zeppa.

Meglio se acquistate nell’atelier dove si acquista l’abito, sarà più facile abbinare i colori; la scelta più importante riguarda il tacco (ideale è di 2 cm), di media altezza a spillo; devono essere di forma affusolata e terminanti a punta, possono essere anche in pelle, in tinta con l’abito. Possono avere il classico decolletè oppure potete usare sandali e sabò (sabot – la moda è un settore ciclico e ultimante ha riproposto tale soluzione per una sposa estiva) con punte ricamate. Abituarsi per qualche giorno per evitare spiacevoli sorprese.

Per chi non dispone di grossa statura, la calzatura deve presentare un tacco molto più alto (fino a 80mm), abituate o non a camminarvi sopra, provate ad immaginare un’intera giornata su tali trampoli, con un abito di non facile gestione.
I materiali più utilizzati, oltre alla classica e morbida pelle, raso e moiree, fresia e seta, il colore preferito in assoluto è il bianco (altri colori sono:panna, avorio e champagne); vi consigliamo un utilizzo preventivo (indossatele per prova in casa) per farle adattare alla forma del vostro piede (fate attenzione alla forma della punta, e prestate molta attenzione alla comodità della scarpa nella sua ricerca).