Significato del Velo Nuziale





Significato del Velo Nuziale”: al tempo dei romani certi matrimoni erano concordati dalle famiglie per svariati motivi (politici ed interesse) e spesso capitava che i due sposi non si incontrassero prima delle nozze. La sposa portava il velo, coprendosi totalmente il volto, fino alla fine della cerimonia per evitare che lo sposo, scorgendo appena il suo aspetto reale, interrompesse il rito nuziale (warning se la vostra sposa si presenta all’altare con un velo totale, controllate accuratamente il motivo…..). Il velo di solito viene tramandato nelle famiglie di generazione in generazione secondo antica tradizione.

Scegliere il Velo della Sposa

Una scelta importante è sicuramente il velo, non serve quasi più a proteggere l’innocenza della sposa, ha la funzione di dare tocco di romanticismo completando l’abito. Di solito si abbina in modo spaiato all’abito: se il vestito è in pizzo si opterà per un velo in tulle e viceversa. Ultimamente si sceglie il velo all’americana, corto aventi, in passato si tramandava da madre in figlia come tradizione vuole.
Se il velo è molto lungo, dare il compito a qualche invitato di provvedere ad agevolare i movimenti della sposa in modo da tenerlo il più possibile steso e aperto.
Viene fermato con un pettine e dei fermagli nei capelli dopo le foto a casa della sposa e immediatamente prima di di uscire e dirigersi verso la chiesa.

Tipologia di Velo: per una sposa in corto e moderna consigliamo un “velo corto o a voliera”; per un abito da sposa con scollatura vistosa e generosa si adatta un “velo a scialle”; per una cerimonia classica “velo lungo e classico” esteso per 2,5-3.0 m e anteriormente fino a metà busto; “velo a Mantello” appoggiato sulla testa della sposa e orlato con nastro per evidenziarlo.

Velo Abito da Sposa

IL VELO DELLA SPOSA

Antico simbolo di castità e utilizzato, anche secondo una certa tradizione scaramantica, per proteggere la sposa da possibili tentazioni malefiche prima del matrimonio, il velo dona in generale un tono romantico e delicato. Deve conferire eleganza alla sposa e mai essere di fastidio o di impaccio, specialmente nel momento in cui si avvicina all’altare all’inizio della celebrazione religiosa. Diverse possono essere le lunghezze. Quello ‘ a scialle’ da l’effetto di una mantellina sulle spalle, mentre quello ‘a cappella’ è molto lungo e si addice a cerimonie impegnative. Invece quello ‘a cascate’ scende con due o tre balze di diverse lunghezze. Il velo all’americana si presenta più corto davanti, poi più lungo dietro e si prevede che il volto della sposa sia coperto fino a che lo sposo non lo sollevi sull’altare. Il velo’ a triangolo’ è composto di diversi strati uno sull’altro, che donano spessore e volume. Se il velo, come accade in alcune famiglie, è tramandato da madre a figlia, si badi che sia indicato e in tono con l’abito. Ad esempio, se il vestito è in pizzo, il velo sia in raso, se il vestito non porta merletti, il velo potrà essere tutto in merletto.

Velo della Sposa

La sposa  deve portare il velo, infatti torna di gran moda, come in genere tutto quanto sia romantico e retrò. Vale sempre la solita regola: abito semplice, velo più lavorato e viceversa. Se ad esempio, scegliete un abito in raso o seta, leggero e a sottoveste, il velo potrà essere lungo e lavorato, magari anche in pizzo. Con un abito molto importante e lavorato invece, attenzione a non esagerare. Potrete invece scegliere un velo di tulle o chiffon, semplice e senza fronzoli. Alto o basso, dipende un po’ dallo stile ma anche dal tipo di viso. Molto di moda e perfetti per una sposa che vuole essere moderna sono i veli corti o le velette retro. Solitamente sono cuciti su un cerchietto o un cappellino: per chi ama l’originalità, questa è la scelta perfetta. Il velo va poi tolto per il ricevimento: al suo posto un cerchietto, per essere alla moda o, se per uno stile naturale e romantico, un fiore fresco tra i capelli. Il velo molto lungo, adatto a cerimonie impegnative ed importanti, va portato non nel periodo delle piogge, in quanto non è bello vedere lo strascico imbevuto di fango. Perfette sempre due graziose damigelle a sorreggerlo.

Che sia a cascata, all’americana, a scialle, a voliera o da cattedrale, il velo torna a coronare la sposa . Fate comunque sempre attenzione allo stile dell’abito, all’altezza della sposa e alla formalità’ della cerimonia. Una valida alternativa al velo, che sostituisce anche i coprispalle tradizionali, e’ la mantellina. Avvolge la sposa con una mise originale e romantica: puo’ essere una mantella lunga in tulle oppure una cappa in pizzo, puo’ allacciarsi al collo oppure prevedere un impalpabile copricapo.